Ristrutturazione appartamento Bologna: come affrontarla

Ristrutturazione appartamenti Bologna

Quando si decide di ristrutturare parzialmente o totalmente un appartamento a Bologna, è fondamentale avere le idee chiare e sapere cosa si vuole fare, il budget disponibile e le tempistiche. Bisogna quindi innanzitutto identificare il grado di ristrutturazione, se quindi si tratta di manutenzione ordinaria, di ristrutturazione appartamento con piccole o grandi opere. A seconda di ciò, sarà necessario o meno richiedere i permessi al Comune di Bologna, e si potranno anche ottenere degli sgravi fiscali.

Tipologie di interventi per la ristrutturazione appartamenti Bologna

Ristrutturare appartamento Bologna

Ristrutturazione appartamento Bologna

Nel Testo Unico dell’Edilizia, sono contenute le classificazioni degli interventi di ristrutturazione appartamento:

  • Manutenzione ordinaria, che comprende la riparazione o sostituzione delle finiture;
  • Manutenzione straordinaria, ossia la sostituzione di elementi igienico-sanitari e riparazioni di parti strutturali dell’abitazione,
  • Restauro conservativo, che conservano l’organismo edilizio;
  • Ritrutturazione edilizia, che invece alterano gli elementi costituitivi;
  • Nuova costruzione, per gli interventi di portata più ampia di quelli delle precedenti definizioni.

Una volta identificato il grado di ristrutturazione, si è in grado di sapere se bisogna chiedere al Comune di Bologna il permesso di concessione edilizia oppure no. Per le piccole opere di manutenzione dell’appartamento questo non è necessario.

L’esecuzione dei lavori di ristrutturazione appartamento Bologna

Lavori ristrutturazione appartamento

Ristrutturazione appartamento Bologna

Se siamo dotati di buona manutalità, possiamo anche provare a dedicarci al fai da te. Sul web è possibile trovare tanti consigli e video che spiegano come realizzare questo genere di lavori. Se invece preferiamo affidarci a terzi, oppure abbiamo a che fare con ristrutturazioni più importanti, è meglio che ci si affidi a degli esperti nel campo.

A seconda della tipologia di intervento di ristrutturazione appartamento, bisognerà scegliere il professionista a cui rivolgersi. Se ci si avvale di un tecnico per la direzione dei lavori, che sia un architetto, un geometra o un ingegnere, è fondamentale che sia abilitato alla professione, e che segua il progetto a 360 gradi e per intero, dalla presentazione delle pratiche fino all’aggiornamento al catasto a ristrutturazione ultimata.

In questo modo chi dirige i lavori di ristrutturazione dell’appartamento avrà ben chiari tutti gli aspetti e non si potranno creare situazioni di incomprensioni, dato che sarà lui a seguire il tutto. Con questa importante figura, si dovrà definire il progetto e il budget, dopodichè si sceglierà l’impresa di ristrutturazione appartamenti a cui affidare l’incarico, previa verifica di idoneità e accordo sulla retribuzione.

Nel caso in cui si abbia la necessità di chiedere un mutuo, sarà necessario fornire alla banca il preventivo di spesa, il progetto edilizio, l’eventuale concessione edilizia e la ricevuta del pagamento delle tasse comunali.